header02.jpg

Balli

Il gruppo ha in programma una quindicina di danze, che portano caratteristiche della zona. Esegue, per la maggior parte, vecchie composizioni musicali di cui sono ignoti gli autori, le quali sono state tramandate da una generazione all'atra.Il programma è così suddiviso:

Foto decorativePRIMA PARTE:

  1. DANZA DI ENTRATA e di saluto con i componenti divisi in due file in mezzo alle quali ballano soltanto due coppie (polka);
  2. IL VALZER DELLA DONNA CHE FILA: è un ballo tipicamente locale che vuole ricordare i vecchi "filò", dove lo donne, per tutto il periodo invernale, filavano lino e canapa coltivati in loco. A questo proposito vi è anche una festa chiamata il "dobia delle filaresse", festa che si svolgeva l'ultimo giovedì di gennaio. E' un ballo coreografico intorno alla donna che realmente fila;
  3. LA STANDTSIZERA o BERSAGLIERA: polka veloce ed allegra, ballata alla vecchia maniera;
  4. PAIRIS SEMPLICE: danza caratteristica locale, discretamente coreografica;
  5. LA MAZURKA DELLA "GRAMOLA" E DELLA "SPIGOLA": danza di antica origine, ballata da varie coppie attorno a due donne che utilizzano realmente questi due attrezzi durante la danza. La "gramola" veniva utilizzata per sgrezzare il lino e la canapa, mentre la "spigola" serviva per lisciarli in modo da poterli poi lavorare con la "ruota per filare";
  6. LA STIRIANA: danza chiaramente importata ma costruita con caratteristiche locali;
  7. EL BRAZEDEL: ballo che prende il nome da un tipico dolce locale, che viene fatto al 31 dicembre di ogni anno;
  8.  DANZA D'USCITA

Foto decorativeSECONDA PARTE:

  1. IL TUNNEL DEGLI AISEMPONERI: polka a ricordo dei minatori e dei cosiddetti "Aisemponeri ", ossia degli operai delle costruzioni ferroviarie in Svizzera, Austria e Germania;
  2. PAIRIS DEI SETTE PASSI: vivace danza con molte variazioni;
  3. IL VALZER DELLE GHEDE: ballo che celebra una parte del vestito femminile, il grembiule (gheda).
    Questo veniva usato molto per la raccolta di frutta, verdura, lino, canapa, etc ed anche per cullare i bambini;
  4. MARIA MARIDETE (sposati): polka con canto a carattere umoristico ed allegro; era di augurio a tutte le donne del paese, non più giovanissime, d'incontrare presto l'anima gemella e quindi di sposarsi;
  5. PAIRIS VARIATA: ballo caratterizzato dal prendersi e lasciarsi fra l'uomo e la donna per poi ritornare con il/la proprio/a ballerino/a;
  6. LA MAZURCA DEGLI INNAMORATI: vecchia danza con la quale il gruppo chiude il proprio spettacolo;
  7. 15. DANZA D'USCITA con saluto.

Il gruppo, inoltre, può eseguire qualche altra danza e il complesso musicale può tenere viva un'intera serata con esecuzioni musicali di tutti i tipi, da quelle vecchio stampo alle moderne.

Il gruppo è composto da:

  • un presentatore;
  • cinque musicisti (quattro fisarmoniche, una chitarre);
  • otto – dieci coppie di ballerini;
  • alcune persone per la coreografia